HOME VIDEOGAMES COMICS & MANGA MOVIE MUSIC
death note

Death Note

Ai giorni nostri gli dei della morte si annoiano… ed una di queste antiche divinità Shinigami, decide di lasciar cadere sul mondo degli umani il suo Quaderno della Morte.
Forte di un diabolico potere, il Death Note diventerà il vincolo del legame tra il brillante studente Light Yegami ed il Dio della Morte Ryuk, e darà vita ad un glorioso scontro tra due uomini scelti dal destino.

Il percorso emotivo che pagina dopo pagina porterà uno studente modello (figlio di un commissario di polizia) ad utilizzare consapevolmente il quaderno, è lucido e terrificante proprio perché in parte condivisibile. Sfruttandone i poteri per condannare a morte i malvagi e creare un mondo libero da ingiustizie, Light assumerà l’identità mediatica di Kira e si sostituirà completamente alla legge ed a Dio.
Moralità sfuggevole. Una discesa a spirale verso un concetto di giustizia divina che, forse, semplicemente non dovrebbe essere concesso agli uomini amministrare.

Death Note non si sofferma sulla perdità dell'innocenza, ma narra lo scontro mortale tra Kira ed Elle, un brillante investigatore dell’Interpol che si schiera apertamente contro questo eccidio, determinato a catturare e condannare a morte questo nuovo autoproclamato Dio della giustizia mondiale. K e L sono anime affini condannate ad un epilogo fratricida dalle loro visioni inconciliabili di giustizia . Ragionano entrambi con lucidità quasi ultraterrena, manipolando decine di vite che come marionette partecipano ad una sfida viscerale in cui ogni parola, pronunciata o scritta, è stratificata di molteplici livelli di manipolazione della verità.

La bravissima autrice Tsugumi Ohba spesso complica eccessivamente situazioni ed esaspera soluzioni, ma il manga resta comunque molto più incisivo dell’anime che purtroppo “srotola” la linea temporale mostrandoci tutti i fatti in rigorosa sequenza cronologica e privandoci di svariati colpi di scena (problema comune alla trasposizione cinematografica peraltro ottima di V per Vendetta di Alan Moore).

Si mettano alla prova coscienza e moralità del lettore. Per gli umani che hanno utilizzato il Death Note non esiste ne paradiso ne inferno.

“La persona il cui nome sarà scritto su questo quaderno morirà.”

death note death note death note death note