HOME VIDEOGAMES COMICS & MANGA MOVIE MUSIC
one punch man

One Punch Man

La geniale follia di un singolo pugno più che sufficiente ad annientare perfino Dio o il Diavolo.

Qualsiasi narrazione moderna portatrice di significato deve essere assimilata allo schema del linguista ed antropologo russo Vladimir Propp, che prevede un protagonista con motivazioni contrapposte ad un antagonista, un percorso di ricerca e crescita necessarie ad acquisire gli strumenti per un conflitto paritario, ed infine una conclusione soddisfacente. Eppure esiste One Punch Man!

Inizialmente One Punch Man non nasconde le sue origini di divertita parodia, schierando immediatamente riconoscibili cloni del Piccolo di Akira Toriyama e del gigante colossale di Hajime Isayama. Un basilare ecosistema di quartieri giapponesi, una squadra di comprimari supereroi governativi, ed una galleria di nemici diligentemente allineati dal più debole al più potente.
Ma in questa struttura così volutamente lineare lo scrittore One ed il disegnatore Yusuke Murata inseriscono Saitama, eroe per hobby, indiscusso ed irripetibile protagonista che da solo scardina e decostruisce la struttura narrativa di avversità, crescita e confronto alla base di qualsiasi schema narrativo.

Mosso da motivazioni sincere ma perennemente annoiato dalla sua stessa inspiegabile, ingiustificata ed ineguagliabile potenza, Saitama nega qualsiasi possibilità di ulteriore crescita ed oblitera qualsiasi concetto di avversario o antagonista. Il suo livello è talmente sproporzionato da rendere superflua qualsiasi azione diversa da un suo singolo pugno normale.
Costretti dall’apatia decostruente del protagonista, la coppia di autori tenta e forse riesce un impossibile equilibrio affidando il miraggio di trame parallele ai numerosissimi personaggi comprimari secondari o addirittura terziari (come il generoso cyborg Genos con un passato da vendicare, Sonic il Ninja Supersonico oppure il destabilizzante Spatent Rider armato solo della sua bicicletta della giustizia) che intrattengono distraendo fino al climax di quel unico pugno risolutore anticipato già dal titolo.

Un fumetto manga folle ma geniale, che si completa reciprocamente con un cartone anime (disponibile gratuitamente in italiano sul canale www.vvvvid.it) che ne riprende la storia ma punta i riflettori stavolta su un protagonista privo di ogni limite, iperdistruttivo, linee cinetiche animate alla velocità della luce per un totalitarismo quasi splatter. Aggettivi forse contradditori per un probabile capolavoro anche di comicità.

one punch man one punch man